Impara come studiare da vero professionista

il massimo risultato ottimizzando lavoro e tempo

Ti è mai capitato di sentirti dire

Se potessi tornerei immediatamente ai tempi dell’università!
All’epoca mi lamentavo come te, ma oggi ci metterei la firma!

Il concetto, sottinteso è che ora, sembra semplice ciò che all’epoca era difficilissimo!
Gli stessi insegnanti reputano estremamente semplice da apprendere ciò che loro insegnano, eppure c’è una cosa che accomuna queste persone.

Il fatto che entrambi, ora, conoscono bene gli argomenti che studiano ed approfondiscono.

Molti dei professionisti che conosco, studiano per continuare ad aggiornarsi e nel farlo non si affaticano come facevano da studenti, per il semplice fatto che nella loro testa, sanno esattamente dove si collocano le nuove informazioni. Spesso riescono ad associarle ai clienti, ai pazienti. Diventa estremamente semplice ricordare qualsiasi cosa in questo modo!

Suggerimento

Quegli stessi professionisti, se devono andare a far la spesa, anche se sono loro a decidere cosa serve dentro casa, se non se lo scrivono, sicuramente qualcosa la dimenticano!

In questo caso diventano come gli studenti universitari: la loro attenzione è riposta a qualcosa di più utile emozionalmente e ricordare di comprare il caffè, le mele o altro, non è poi così importante!

Studiare è come andare in palestra, se non sudi non stai facendo un buon lavoro!

Ti è mai capitato di dover studiare per 15minuti, mezz’ora?
Avevi solo quel tempo a disposizione e … è servito?
Quando finisti di studiare stavi bene come quando iniziasti o sentivi che la tua testa si era sforzata?

Se ci stai pensando, … lascia stare, vuol dire che non hai faticato abbastanza, almeno non come fanno i miei studenti!

Quando studi per bene, lo senti fisicamente!
Mentre studi veramente, ti poni domande, crei strutture mentali, disegni mappe ed infine approfondisci e se anche hai studiato solo mezz’ora, senti la testa che ronza per le informazioni acquisite!

Tecnicamente, a livello neurologico, si creano infiniti collegamenti tra cellule, si sviluppano dendridi ed assoni che collegano le varie cellule.
Un professionista che approfondisce la sua materia ha già infiniti collegamenti neurologi, associazioni mentali, per questo diventa semplice studiare … per lui.

E per te?

Studiare veramente significa sentire che tutte le informazioni entrano e rimangono. 
Si collegano, diventano chiare e semplici …ed ora dimmi che quando studi ti sembra tutto chiaro e semplice?

Durante il corso, uscirai disfatto come se fossi stato in palestra per un giorno intero, perché imparerai ad usare la testa per studiare, per creare quelle associazioni indispensabili.
Imparerai ad evitare di seguire i testi in modo assoluto ma usando la testa li sfrutterai, perché DEVONO darti le informazioni di cui ha bisogno, per risolvere le curiosità che si saranno create all’inizio.
Si, perché senza creare curiosità diventa come riempire un vaso con un enorme buco sotto!

Un professionista che si aggiorna per la sua professione, lo fa  per curiosità, per migliorare il suo lavoro mentre lo studente comune lo fa per la necessità di passare un esame che non ha neanche voglia di dare!
Uno studente cerca metodi e tecniche che gli consentano di superare il periodo senza sbattersi troppo!

Per questo motivo, tutto ciò che dovrai fare è venire al corso con un tuo testo di studio.
GLI ESERCIZI, GLI ESEMPI, LI FAREMO SUI TESTI DEI PARTECIPANTI
Studi chimica, ma il tuo vicino ha portato filosofia? Imparerai qualcosa di filosofia!
Ed il bello è che scoprirai che ti piacerà.

Studiare da professionisti è entusiasmante

Si aprono mondi infiniti, nasce la curiosità sugli argomenti da studiare, non diventa più semplice, diventa inevitabile apprendere!

Qualunque sia il tuo hobby, qualunque sia la tua passione, l’hai imparata in un batter di ciglia o hai messo molto impegno? Impegno e passione!
Un impegno che per quanto possa esser stato pesante all’inizio, non ti ha mai stancato, anzi, ne eri orgoglioso!
– Ti fa sentire preparato.
– Ti fa sentire esperto.

Non è più l’atto di “studiare” ma l’imparare con passione!

Ciò che hai scelto di studiare ti interessa, ti appassiona l’idea di diventare un avvocato, uno storico, un medico. Studi perché hai intenzione di diventare un esperto in un determinato settore o studi solo per far contento qualcuno?

Cosa non è questo corso

Voglio essere chiaro

Non ci saranno balletti e frasi motivazionali per farti entusiasmare e poi tremare davanti alla commissione d’esame.
Con me si studia perché il tuo futuro, anche se emozionante, non è una cosa con la quale io desideri o voglia giocare!
Se pensi, speri, di trovare una bacchetta magica, mi spiace ma non ne ho!

Ho visto in rete, video di studenti entusiasti, ballare all’arrivo dei trainer. Studenti che al termine del corso dichiarano la loro fermezza ed entusiasmo nello studio…. io non voglio il tuo feedback al termine del corso, lo voglio dopo almeno un mese! 
Alcuni miei allievi sono arrivati da me, disperati, al termine di un corso più motivazionale che funzionale.
La disperazione è figlia dell’urgenza e l’urgenza crea ansia!
Quindi cerca di organizzarti per tempo perché io voglio risultati non parole.

  • Non voglio motivarti a studiare.
  • Non voglio che tu esca carico per poi scaricarti dopo una settimana.
  • Non voglio che tu abbia bisogno di continuare a cercare bacchette magiche.
  • Perdere tempo non è mio interesse

Cosa imparerai al corso

Prima di tutto vedremo quali sono le differenze tra un professionista che studia ed uno studente.
Uno storico dell’arte, un medico, un avvocato che si aggiornano sugli ultimi codici, sulle ultime scoperte, imparano e ricordano semplicemente leggendo, mentre uno studente, sottolinea, prende appunti e rischia comunque di dimenticare!

Gli esempi. Gli esempi tangibili reali, esempi che utilizzi tutti i giorni, che tu sia studente o insegnante, o un lavoratore che vuole tornare a studiare.
Gli esempi su come studiare e quando è più semplice ricordare, ti permetteranno di ricordarli per sempre, perché questo è uno di quei corsi che hai bisogno di fare una sola volta, al massimo due ma il secondo te lo pagherei io!

Dopo aver capito i motivi delle difficoltà e dei momenti e argomenti che affronti meglio, inizieremo a metterli in pratica con alcuni dei vostri libri.
Per qualcuno, all’inizio sembrerà incomprensibile. Se porti matematica 1, un diplomando del Ginnasio potrebbe avere qualche difficoltà eppure, anche lui imparerà le basi.

Già, perché veramente in pochi sviluppano le basi.

Gli stessi testi di studio, prendono un argomento e lo approfondiscono, poi passano al successivo e lo approfondiscono!
Imparare è un’altra cosa! Questo è memorizzare! Lo faremo, ma dopo quando infine dovremo aggiungere i particolari tecnici e le tecniche di memoria diventano indispensabili, ma prima, servono solo per esaltare!
Ti insegnerò a prendere appunti ma senza usare evidenziatori!
Hai mai visto gli appunti dei geni?
Ti sembra assomiglino ai tuoi?
I tuoi assomigliano ad una lista della spesa?
Prendere appunti significa voler richiamare alla mente ciò che si è studiato ed imparato, ma leggere e scrivere o evidenziare, non vuol dire studiare, vuol dire sperare di ricordare qualcosa per l’esame e se subito dopo lo si dimentica… pazienza!

Ma un professionista, legge per l’esame o perché gli servirà?

Se lo dimentica è contento lo stesso?

Nel corso affronteremo:

  • Perché dimentichiamo ciò che si studia
  • Come usare un testo di studio per i nostri scopi (Smettiamola di aprire e limitarsi a leggere il testo)
  • I tempi di studio, in classe, aula o a casa, per avere sempre l’attenzione al massimo
  • Prendere appunti con le mappe per costruire le basi
  • Leggere per comprendere in linea generale
  • Approfondire gli argomenti e collegarli
  • Le tecniche per ricordare i tecnicismi (formule, codici ecc)

Tutto questo usando:

  1. Metodi di studio come mappe mentali (non concettuali .. perché la differenza la conosci, vero?)
  2. Sviluppo della creatività e conseguente aumento della curiosità (e del QI … ricordi che i bambini crescono sviluppando curiosità e “smettono quando finiscono di essere curiosi”)
  3. Tempi di studio e concentrazione
  4. Basi di lettura veloce, per le informazioni veloci ed i ripassi
  5. Tecniche di memoria per i tecnicismi (formule, codici, parole complesse)

Il tutto con esempi, esercizi e … i vostri libri!
Tutto ciò che devi fare è partecipare al corso portando uno dei tuoi testi di studio e con quelli svilupperemo gli esempi e gli esercizi.

A chi serve il corso

Ma logicamente per tutti!

Assolutamente NO!

Se credi che partecipare al mio corso, sia come acquistare una bacchetta magica, bhè, no!Ti prego scegli la motivazione.

Una frase che mi piacque e ne sviluppai un video fu:

Non esiste ascensore per il successo, devi prendere le scale

Studiare è la porta d’ingresso per la scelta del proprio futuro, se ti limiti ad avere un pezzo di carta, non sfrutterai le conoscenze passate che si trovavano sui libri. Non importa quanto tu abbia studiato, importa quanto hai appreso da ciò che hai studiato e ancora

L’ignoranza non è data da ciò che non si sa, ma da ciò che si sa ma non si usa!

Al termine dei tuoi studi potrai vantarti di esser laureato, ma avrai solo un pezzo di carta ed il lavoro per quello lo otterrai solo con amicizie o usando la lingua!

Tutti dobbiamo studiare, io continuo a farlo ogni giorno, ma ora approfondisco ciò che devo applicare nel breve termine.
Studenti, professionisti, insegnanti e spesso i genitori, hanno a che fare con lo studio ogni giorno, ma piegarsi e studiare non serve a nulla, è necessario imparare a farsi piacere gli argomenti, è necessario appassionarsi.

Ecco, se cerchi il modo di appassionarti agli argomenti, per renderli più semplici da studiare, se cerchi il modo di far appassionare i tuoi studenti o i tuoi figli, allora si, sarà felice di averti tra i miei allievi.

Come e dove

Per ora sono in programma queste due date, a Roma ed a Perugia. 
Date che coincidono, non per caso, con l’inizio della scuola.
Perché da qui il percorso scolastico prenderà tutta un’altra piega.

Forse sei qui dopo aver letto di altri corsi sulle tecniche e metodologie quindi sai quanto costa frequentarli.

Quando iniziai con i corsi, con la Memotec (la società di mio padre) nel 1985 la quota d’iscrizione era di c/a L.1.500.000 (un milione e mezzo di lire c/a), oggi sono stati tolti i tre zeri, quindi € 1.500,00

Insomma, €1.500,00 per dei metodi e tecniche che userai per tutta la tua vita, sono anche una cifra utile, ma la barca me la comprerò in qualche altro modo, quindi se ti affretti a prenotarti, puoi registrarti al corso di Roma o Perugia a solo:

€ 187,00

Ti darò tutto quanto promesso, due interi giorni di corso dalle 9,30 alle 19,00 a solo €187,00 ma solo ed esclusivamente se ti registri velocemente.
Questa offerta scadrà il 31 agosto!
Io potrò prenotare la sala con tutta calma, ordinare tutti i materiali che serviranno senza correre per gli ultimi arrivati e tu otterrai un corso che cambierà il tuo modo di studiare ed apprendere per sempre.

Riserva il tuo posto per il corso di Roma del 15 e 16 Settembre 2018 a solo €187,00

Riserva il tuo posto per il corso di Perugia il 22 e 23 Settembre 2018 a solo €187,00

Sede del corso, orari (tieniti le due giornate occupate almeno fino alle 19,30) e materiali ti saranno comunicati via mail.
100% garanzia soddisfatto o rimborsato! 

  • Se all’ultimo minuto decidessi di non partecipare, tutto ciò che avrai versato ti sarà totalmente restituito ed i bonus online rimarranno a te.
  • Se non otterrai risultati seguendo le indicazioni apprese durante il corso, ti restituirò totalmente la quota di iscrizione (lo scrivo ma tanto non è mai successo!😉
  • Se durante il corso, ti accorgessi che non è ciò che ti aspettavi, ti restituirò l’intera quota versata (anche qui, nessuno è mai andato via, ma non si sa mai 😀 )

per qualsiasi dubbio o curiosità, contattami via chat, utilizzando il tasto  qui in basso, a destra